Monthly Archives: settembre 2016

Ucciso Abdiaziz Mohamed Ali, giornalista di Radio Shabelle

Shukri Said – Blog Primavera Africana – Un altro giornalista di Radio Shabelle è stato ucciso ieri a Mogadiscio. Si chiamava Abdiaziz Mohamed Ali Haji ed è stato freddato in un vero me proprio agguato da due uomini rimasti sconosciuti. Radio Shabelle già in passato ha subito gravi torti ed aggressioni, tanto che ripetutamente, nel 2014 e nel 2015, alcuni suoi esponenti sono stati premiati dalla FNSI in manifestazioni pubbliche in Italia.

La Questura di Roma viola l’accesso alla procedura d’asilo

“La scorsa settimana avevamo sottoscritto con convinzione il comunicato stampa di varie associazioni del terzo settore che denunciava con grande preoccupazione che la Questura di Roma, dal 21 settembre 2016, non accettava le domande di protezione internazionale da parte dei profughi che si recavano in via Patini per la presentazione della domanda d’asilo, rinviando al 21 ottobre la prima possibilità di accesso.

India condanna a morte 50 profughi somali

Shukri Said – Blog Primavera Africana – A Mogadiscio si è svolta un’importante manifestazione per le notizie provenienti dall’India secondo cui 50 su 119 somali detenuti con l’accusa di essere pirati starebbero per essere giustiziati dopo la condanna alla pena capitale subita venerdì scorso all’esito di un processo nel corso del quale sono stati escussi circa 70 testimoni ma molti altri non si sono potuti sentire perché stranieri e non raggiunti dalla citazione a deporre.

Caporalato, sfruttarono immigrati nei campi del Salento, il pm chiede 14 anni di carcere

di CHIARA SPAGNOLO – repubblica.it – Mano pesanto contro sette imprenditori italiani che tra il 2009 e 2011 avrebbero costretto i braccianti a un lavoro massacrante per pochi soldi. La rivolta degli schiavi della terra sfociò in 22 arresti

DAREENKA SHACABKA: DACWAD IYO DABAYLO SIYAASADEED

DAREENKA SHACABKA: DACWAD IYO DABAYLO SIYAASADEED

Guerra legale per petrolio e gas tra Somalia e Kenya

Shukri Said – Blog Primavera Africana – La Corte internazionale di giustizia de L’Aja, il principale organo giudiziario delle Nazioni Unite fondato nel 1945, è stata aperta oggi per esaminare il contenzioso marittimo tra Somalia e Kenya.