Monthly Archives: febbraio 2017

Il Presidente Farmajo nomina Kheyre Primo ministro

Shukri Said – Blog Primavera Africana – Il nuovo stile del Presidente Mohamed Abdullahi Mohamed Farmajo, eletto appena lo scorso 8 febbraio, si è fatto subito sentire a Mogadiscio.

Primi miracoli di Farmajo in Somalia

Shukri Said – Blog Primavera Africana – Il tripudio popolare per l’elezione di Mohamed A. Mohamed Farmajo a Presidente della Somalia lo scorso 8 febbraio non si placa nonostante il trascorrere del tempo.

La prima intervista a Formaggio, neo Presidente eletto della Somalia

Shukri Said – Blog Primavera Africana – Mogadiscio non è Topolinia e i somali non sono i suoi simpatici abitanti, eppure ieri hanno eletto Presidente della Repubblica Federale della Somalia Formaggio, soprannome storico di Mohamed Abdullahi Mohamed.

Oggi si elegge il Presidente della Somalia

Shukri Said – Blog Primavera Africana – Dopo la disfida della 31ma Coppa delle Nazioni Africane 2017, che il Camerun si è aggiudicata per la quinta volta battendo l’Egitto per 2 a 1 l’altro ieri sera, oggi in Somalia si terrà un’altra importante disputa: l’elezione del secondo presidente della Repubblica Federale somala.

CIPSI E CILAP SUL MEMORANDUM ITALIA LIBIA: UN PATTO SPAVENTOSO.

COMUNICATO STAMPA
Barbera (CIPSI) e Teodosi (CILAP-EAPN): “Rivolgiamo un appello al Presidente della Repubblica Mattarella. Condanniamo questo patto spaventoso, ingiusto e disumano, un patto che ferisce il dovere di accoglienza previsto dalla Costituzione italiana il diritto di asilo sancito dalle leggi UE e internazionali. Un tappo è contro le migliaia di uomini, donne e bambini che fuggono da paesi impoveriti o dittatoriali, e che rimarranno intrappolati in centri di accoglienza, o meglio di detenzione”.

MIGRANTI: ACCORDO ITALIA-LIBIA INEFFICACE E INUMANO

Roma, 6 febbraio 2017 – L’accordo siglato il 2 febbraio a Roma tra il governo italiano e il governo di riconciliazione nazionale libico per il contrasto all’immigrazione illegale, al traffico di esseri umani e per il rafforzamento della sicurezza delle frontiere, può essere riassunto in due concetti: probabilmente inefficace e certamente inumano.