Migranti: Tunisi, partenze favorite da vuoto sicurezza

“Negli ultimi due anni le isole tunisine di Kerkennah sono diventate una base di partenza per l’Europa a causa di “un vuoto di sicurezza”.
Lo ha dichiarato il portavoce del ministero dell’Interno Khalifa Chibani secondo cui il “vuoto di sicurezza” trova le sue radici nei disordini che hanno scosso l’arcipelago nel 2016: all’epoca, nel contesto di un duro conflitto sociale con il gruppo petrolifero britannico Petrofac – principale fornitore di lavoro – i manifestanti bruciarono i posti di sicurezza. Da allora “il numero di poliziotti e’ diminuito considerevolmente”, ha dichiarato Chibani. Inoltre, quando i migranti vengono arrestati nel tentativo di partire per l’Italia, vengono per lo più rilasciati dai tribunali, ha aggiunto un alto funzionario della sicurezza.