Main Menu

admin

 

Africa oggi – 14 -07- 2017

Puntata di “Africa oggi” di venerdì 14 luglio 2017 , condotta da Massimo Bordin e Shukri Said con gli interventi di Giorgio Bertin (vescovo di Gibuti e Amministratore apostolico della Somalia).


Basi militari permanenti a Gibuti. Intervista esclusiva a Monsignor Giorgio Bertin

Stralcio dell’intervista realizzata per la rubrica “Africa oggi” del 14 luglio. “Basi militari permanenti a Gibuti. Intervista esclusiva a Monsignor Giorgio Bertin” realizzata da Massimo Bordin e Roberta Jannuzzi e Shukri Said con Giorgio Bertin (vescovo di Gibuti e Amministratore apostolico della Somalia).


(Untitled)

EMERGENZA MIGRANTI Diciotti, un centinaio di migranti verranno accolti dalla Chiesa: i restanti da Albania e Irlanda Le mosse di Enzo Moavero Milanesi per assicurarsi l’appoggio di Irlanda e Albania. Conte: «Europa sconfitta, per ora non aderiamo al bilancio Ue» di Marco Cremonesi (LaPresse) shadow 0 2445 MILANO — L’«aiuto» dell’Albania. La collaborazione della «Chiesa italiana» che «aprirà le porte, il cuore e il portafoglio». La disponibilità dell’Irlanda, in considerazione anche della visita papale nel paese di San Patrizio. E poi, le trattative, definite «in stato avanzato», con Serbia e Montenegro.Read More


Josephine, l’unica sopravvisuta al naufragio libico, è rimasta 48 ore in acqua attaccata a un pezzo di legno

(reuters) Lo sguardo traumatizzato, quasi vitreo, di chi ancora non distingue la vita dalla morte. Così appare l’unica donna sopravvissuta all‘ultimo naufragio libico, in cui sono morti una madre e un bambino. Questa donna miracolata si chiama Josephine, viene dal Camerun ed è rimasta due giorni in mare, attaccata ad un pezzo di legno, prima che i volontari della Ong spagnola Open Arms la recuperassero al largo della Libia. A raccontare la sua storia è Annalisa Camilli, una giornalista di ‘Internazionale‘ che si trova a bordo della nave e ha assistitoRead More


Giovane eritrea in “crociera” sull’Aquarius

di Cornelia I. Toelgyes Squilla il telefono, a stento riconosco la voce della mia cara fraterna amica, che conosco da anni. Senza i soliti scherzosi convenevoli arriva al dunque. E’ stata appena contattata da una parente in Eritrea, disperata e preoccupata per la sorte della figlia Selam, fuggita dal piccolo Paese del Corno d’Africa e ora in “crociera” nel Mediterraneo con il figlioletto. Il viaggio di Selam e Tesfai (i nomi sono di fantasia per evitare rappresaglie)  è iniziato mesi fa quando la ragazza voleva ricongungersi con il compagno (attualmenteRead More


Tempi bui per migranti e rifugiati. L’egoismo dell’Italia e il fallimento dell’Europa

Si avvicina il 20 giugno, la giornata mondiale del ridugiato. Ma quest’anno c’è davvero poco da celebrare. Con Matteo Salvini al ministero dell’interno la svolta verso la chiusura a ogni genere di accoglienza è assicurata. Per non parlare del clima anti immigrati sempre più ostile. Basti pensare all’omicidio del sindacalista originario del Mali Sacko Soumalia, ucciso a colpi di arma da fuoco in Calabria. E pensare che dallo scorso anno l’Italia ha dichiarato  il 3 ottobre Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, con una legge voluta dal parlamento eRead More